Vivere in un ambiente sano: sanificare ambienti sporchi ha poca efficacia

Vivere in un ambiente sano: sanificare ambienti sporchi ha poca efficacia

ambiente-sano

Il tema della pulizia, dell’igienizzazione e successiva disinfezione, sono oggi temi molto sensibili per vivere in un ambiente sano. Ovunque troviamo indicazioni sull’importanza del rispetto di norme igieniche sia personali sia per gli ambienti in cui viviamo.

 

Spesso tali termini vengono utilizzati come fossero sinonimi, creando confusioni terminologiche e poca chiarezza sulle procedure più efficaci. In realtà La Circolare Ministeriale del 22 febbraio 2020 emessa della Direzione Generale Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, in accordo con quanto suggerito dall’OMS, dà indicazioni ben chiare sul come eseguire tali azioni, per vivere in un ambiente sano.

Processo di una disinfezione ideale per un ambiente sano

Andiamo con ordine, innanzitutto distinguiamo il processo per una disinfezione ideale:

  1. Eliminazione dello sporco: Prima di tutto occorre detergere la superficie, attività volta a rimuovere lo sporco superficiale visibile, come polveri, sporco organico, macchie, ecc.. è una fase fondamentale perché macchie e sporco sono l’habitat ideale per la proliferazione dei germi e batteri.
  2. Eliminazione dei germi: Igienizzazione, Disinfezione, Sanificazione: Nel linguaggio comune vengono spesso usati come sintomi, in realtà questi termini presentano differenze.

Differenza tra igienizzante e disinfettante

La differenza tra igienizzare e disinfettare deriva dal prodotto che si usa e dal fatto che sia registrato o meno come Presidio Medico Chirurgico (PMC). Un prodotto registrato come PMC è riconosciuto dal Ministero della Sanità per agire come Disinfettante, ed è quindi comprovata la sua capacità di ridurre la carica batterica del 99,9%.

La sanificazione infine può essere intesa come sinonimo di Igienizzazione o Disinfezione, ma si tratta di una procedura che comprende anche altre operazioni, volte a rendere sano un ambiente di lavoro per le persone, come il controllo della temperatura, l’umidità, la ventilazione, l’assenza di polveri ecc… DI solito di parla di Sanificazione riferendosi ad ambienti del settore alimentare, strutture ricettive, mense, scuole, strutture sanitarie, ospedali, ambienti di lavoro in generale.

Disinfettare una superficie sporca non serve a nulla

La sola igienizzazione e/o disinfezione delle superfici senza una precedente pulizia atta a rimuovere lo sporco accumulato può rivelarsi insufficiente. Lo sporco di fondo, se non ben rimosso, diventa ricettacolo di germi e batteri che ricominceranno aa proliferare poco tempo dopo la disinfezione.

La disinfezione deve essere inoltre mantenuta costantemente nel tempo. Se la pulizia ha un effetto duraturo nel tempo, la disinfezione ha un effetto istantaneo.

Proprio per questo vi suggeriamo di rivolgervi sempre ad esperti del settore, come SaniEVOLUTION, che potrete contattare cliccando qui!